MASTOPLASTICA RIDUTTIVA

Un seno troppo voluminoso è una fonte di disagio per la paziente non soltanto sotto il profilo estetico ma anche per ragioni di ordine fisico. Il carico che la colonna talvolta deve sostenere è molto importante e questo induce spesso ad uno spostamento del baricentro con problematiche che, a lungo andare, possono inficiare con il benessere fisico della paziente stessa. La mastoplastica riduttiva è un intervento chirurgico atto a ridurre e al contempo modellare il seno, regalando una forma piacevole.
All’intervento chirurgico residuano inevitabilmente delle cicatrici cutanee di diversa estensione e localizzazione, a seconda della situazione clinica di partenza.

Queste cicatrici sono Periareolari e a “T” invertita.

Eventuali smagliature presenti sul decolleté non saranno migliorate poiché l’intervento non si propone come scopo quello di eliminare le smagliature (cosa impossibile tra l’altro!!!).

Il tipo di anestesia, i tempi di degenza e la frequenza delle medicazioni variano da caso a caso. Il risultato è da subito generalmente soddisfacente e di solito suscettibile di ulteriori miglioramenti nei mesi successivi. Ad ogni modo il risultato finale è a sei mesi. Per le cicatrici il tempo si allunga ma dipende strettamente dalla biologia individuale delle pazienti.

Pre intervento

È fondamentale e indispensabile seguire i consigli del Dott. Erminio Mastroluca, in particolare si ricorda che è necessario:
Non assumere aspirina, né farmaci anticoagulanti a partire da 10 giorni prima dell’intervento chirurgico programmato (Alka Seltzer, Ascriptin, Aspirina, Bufferin, Cemerit, Vivin C, ecc.).
Eseguire un prelievo ematico per la valutazione di parametri emato-chimici indispensabili per l’intervento stesso con un’attenta visita cardiologica accompagnata da un elettrocardiogramma.
Eseguire una ecografia mammaria e/o una mammografia.
Assicurarsi di avere un accompagnatore e una presenza domiciliare nell’immediato post operatorio.
Procurarsi un reggiseno contenitivo senza ferretti e cuciture della taglia pattuita con il chirurgo

Post intervento​

Il giorno dopo l’intervento chirurgico la paziente: Può lamentare un fastidio facilmente controllabile con comuni analgesici. Può avere difficoltà a passare dalla posizione eretta a quella assisa per circa una settimana Può registrare un aumento della temperatura corporea del tutto normale Come conseguenza del blocco della peristalsi, può avere difficoltà nell’evacuazione per i primi 2-3 giorni Può essere impossibilitata ad alzare le braccia nei primi 10-15 giorni Può riprendere l’attività sessuale dopo circa 15 giorni Può riprendere l’attività sportiva dopo 2 mesi circa

Possibili Complicanze

Ogni intervento chirurgico può avere delle complicanze. Nel caso della mastoplastica riduttiva le più frequenti sono:
Ematomi e lividi
Perdita della sensibilità temporanea o permanente
Infezione della cicatrice
Necrosi complesso areola-capezzolo
Cicatrice patologica (cheloide, cicatriceipertrofiche o atrofiche)
Asimmetrie del complesso areola-capezzolo e di forma delle mammelle
Necessità di re-intervento
Sieromi che necessitano di essere drenati con una siringa e/o con intervento chirurgico

Condividi su

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart